sabato 27 settembre

    Il Circolo Legambiente di Petilia Policastro, con la collaborazione del locale Liceo Scientifico, ha organizzato la manifestazione “Puliamo il Mondo”, sabato 27 settembre, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale. Puliamo il Mondo, “Clean-up the World”, coinvolge i volontari di un centinaio di nazioni, lo scorso hanno partecipato 40 milioni di persone in più di 120 stati; in Italia, per il decimo anno consecutivo, è stata organizzata dalla Legambiente.

L’iniziativa a Petilia Policastro ha coinvolto oltre un centinaio di partecipanti, una rappresentanza delle scuole Petiline: le classi quinte delle Elementari Centro, accompagnate dalle maestre Rita Bibiani, Maria Argirò, Rosamaria Rota, Vittoria Guzzi; le classi terze della scuola Media, accompagnate dai professori Giuseppe Capocasale, Giuseppe Tronca; le classi 3^ B e 4^ B del Liceo Scientifico, accompagnate dai professori Luigi Concio, Vincenzina Comberiati.  Il servizio di assistenza alla manifestazione è stato garantito dal Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato di Petilia, dalla Croce Rossa di Pagliarelle, dagli agenti della Polizia Municipale, da una squadra di operai dell’A.FOR. .

            L’attività s’inserisce all’interno del progetto sulle acque: Il fiume Tacina: tra natura e cultura”, promosso dall’IRRE Calabria, nell’Anno Internazionale sulle acque, che vede coinvolte una “rete” di Istituzioni scolastiche, Associazioni, Amministrazioni Comunali. 

            Nel corso della mattinata i ragazzi “armati” di guanti e sacchetti sono stati impegnati in una breve escursione  lungo il tracciato dell’ex ferrovia delle Calabro Lucane, che fino ai primi anni ’70 collegava Petilia con Crotone. Il percorso che si snoda, per un tratto, lungo la valle dei fiumi Soleo e Tacina, offre all’escursionista un suggestivo paesaggio mediterraneo, ricco di una vegetazione tipica, d’interessanti morfologie fluviali, d’importanti testimonianze della civiltà contadina.

            La tappa principale è stata in loc. Tracca, in un tratto del fiume Soleo attraversato da un bel ponte ferroviario, ad arco, in cemento armato, che fu costruito alla fine degli anni ’20. I ragazzi dopo una breve e spensierata sosta, simile ad una “festa del fiume”, sono stati impegnati in un’attività di scoperta dell’ecosistema fluviale, con l’utilizzo di schede e  semplici strumenti per la rilevazione delle caratteristiche ambientali (flora, qualità delle acque, le attività umane).

Il Presidente del Circolo Legambiente Luigi Concio, docente di Scienze Naturali del Liceo Scientifico, ha annunciato che insieme agli altri soggetti che hanno aderito alla “rete progetto acque” avvierà i primi passi per un’importante azione di riqualificazione fluviale:  la costituzione di un’associazione per il Parco Fluviale del Soleo; fare in modo che l’iniziativa di oggi non sia confinata nella memoria dei partecipanti, anche se si è rivelato un modo interessante di fare “scuola”, un uso del territorio come laboratorio didattico e di ricerca . 

            L’Assessore alla Cultura Domenico Poerio, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale,  ha accennato ad un possibile recupero dell’ex tracciato ferroviario, per la realizzazione di una pista ciclabile, attingendo a finanziamenti regionali/nazionali.

            L’intensa  giornata si è conclusa, nella serata, in Piazza Filottete, con l’esposizione dei lavori delle scuole sulla raccolta differenziata dei rifiuti e con la presentazione di un dossier sul degrado ambientale del territorio. Tale documento, nei prossimi giorni, corredato da schede e da un Cd-Rom, sarà consegnato ufficialmente al Sindaco di Petilia Policastro.