home il Liceo dove ambiente Educare al parco Helianthus II monitoriamo l'ambiente aree protette

news

link contattaci
Progetto Vergari dove siamo uomo e acque la natura didattica - ricerca
    mulini e frantoi centralina vuddi  
 
 

 

 

 

 


 

  

 

 

 

La centrale idroelettrica
Nel 1919 venne costruita la centrale idroelettrica dalle famiglie Grisolia, Marescalco e Vincelli, si trovava sulla sponda sinistra del Vergari, sotto la chiesa della Candelora, sfruttando un piccolo dislivello del corso d’acqua. Nel 1950 la centrale venne acquistata dal Comune, nel 1970 dall'ENEL, nel corso della grande nazionalizzazione dell'energia elettrica in territori italiano. La centrale, inizialmente, alimentava l'illuminazione per le abitazioni civili, essendo a basso voltaggio, successivamente riuscì a fornire energia elettrica anche per impianti di forza motrice di tipo industriale come frantoi, mulini e segherie. L'acqua era presa dal fiume tramite un canale a pelo libero e ad acqua fluente che alimentava una vasca di carico. A tale vasca di carico erano collegati i tubi delle condotte forzate che portavano l'acqua, con forte pressione, alla turbina girante della centrale sottostante . L'energia prodotta veniva smistata in un primo tempo in una cabina di trasformazione vicino la chiesa della Candelora, dopo veniva derivata a tutte le utenze cittadine. Dalle popolazioni veniva chiamata la “luce vecchia”.