home il Liceo dove ambiente Educare al parco Helianthus II monitoriamo l'ambiente aree protette

news

link contattaci
Progetto Vergari il parco fluviale uomo e acque  natura      
        flora fauna acque geologia
 

 

 

 


 

 

Flora

In queste colline dell'entroterra ionico, un clima, con inverni miti e umidi ed estati calde e secche, ha determinato lo sviluppo di una fascia  vegetazionale submediterranea, che rispetto al settore costiero è meno interessata da estati lunghe e secche. Qui gli alberi  e gli arbusti decidui sostituiscono largamente quelli sempreverdi. Accanto alla diffusa presenza dell’olivo, di molte specie di querce decidue come la roverella, la quercia da sughero e di altri   alberi  come il carpino nero, gli aceri, l’orniello, il leccio. Altre essenze vegetali caratteristiche della macchia mediterranea:  il lentisco, il mirto, l’erica, la ginestra odorosa. Però l’antichità dell’insediamento umano e gli scempi degli ultimi decenni hanno prodotto modificazioni profonde sulla vegetazione del territorio, di conseguenza ben poco rimane delle comunità vegetali naturali.  Inoltre i rilievi montuosi pre-silani sono stati oggetto di opere di rimboschimento a eucalipto e pino. Infine sono diverse le varietà esotiche spontaneizzate, come la robinia.